I cuccioli ed il periodo di socializzazione

Nei cuccioli possiamo distinguere quattro periodi sensibili:
1°Periodo: Prenatale (15 gg prima del parto).
2° Periodo: Neonatale (dal 1° al 10°giorno di vita).
3°Periodo: Transizione (dal 10° al 21°giorno di vita).
4°Periodo: Socializzazione (dal 21° al 140°giorno di vita).

Tutti e 4 i periodi sono di grande importanza.
In questo articolo intendo soffermarmi sul periodo di socializzazione in quanto lo ritengo meritevole di grande attenzione da parte dei proprietari.

20160326_150330_wm-1

Cos'è il periodo di socializzazione?

Rappresenta la fase ultima di sviluppo del cucciolo. In questo periodo il cucciolo potrà sperimentare la socializzazione intraspecifica (detta anche primaria), ossia esperienze di relazioni tra elementi della stessa specie e dunque con altri cani, e la socializzazione interspecifica (detta anche secondaria) cioè relativa a rapporti con esemplari di specie diverse come per esempio l'uomo o il gatto.
Tutti gli individui di altre specie con cui il cane NON entra in contatto durante la fase di socializzazione, non saranno identificati come partner sociali, ma verranno invece  classificati come prede, oppure ne possono avere il terrore.

Quindi parliamo della famosa fase di Impriting:

In questa fase di vita il cucciolo identifica se stesso ed i partner sociali.
Solitamente in questo periodo i cuccioli si trovano, a partire dal sessantesimo giorno, già a casa con la sua nuova famiglia.

Il primo presidio a cui un proprietario di cane si rivolge è il veterinario che solitamente per profilassi raccomanda (giustamente) ai proprietari di non fare uscire il cane da casa fino a quando non abbia completato il ciclo di tutti i vaccini. Spesso però i proprietari prendono un po' troppo alla lettera questo consiglio del veterinario, relegando di fatto il cucciolo in casa per mesi e facendo in modo che tutte le attività piacevoli e rassicuranti le faccia dentro casa (giocare, dormire mangiare, eccetera).
Ad un certo punto il cane fa l'ultimo vaccino ed i proprietari non vedono l'ora di incominciare le passeggiate col proprio cane per far sì che impari a fare i bisognini fuori.
L'errore più comune che possa fare il proprietario di un cucciolo è quello di dare per scontato che lui capisca che da questo momento in poi i bisognini non si fanno più in casa...questo lo pretendiamo dopo avergli consentito per mesi di farlo, magari premiandolo quando li faceva sul faldone!!! Quindi si sta fuori ore ad aspettare che il cane la faccia e poi quando torniamo a casa finalmente il cucciolo si sente rassicurato e si libera! E il proprietario che fa? Si arrabbia. Eh si...questo cucciolo è proprio monello (per non dire altro...)
Eh no! Non è un dispetto! Glielo avete detto VOI che è giusto così!
Ovviamente un buon modo per ovviare al suddetto problema è portare sin da subito ed in posti controllati il cucciolo e premiarlo quando la fa fuori casa.

Un altro errore comune è anche dare per scontato che il nostro cane sappia perfettamente seguirci al passo, col guinzaglio e con un collare attaccato al collo e trascinandolo (perché spesso non vuole camminare in quanto terrorizzato)...ci meravigliamo del fatto che il cane non voglia godere di queste bellissime giornate all'aperto da trascorrere insieme..
Ci meravigliamo anche che il nostro cane non sia socievole con altri cani e che scappi!

20160402_165718_wm
Ora, dico io...è  assolutamente normale che il cane,  dopo mesi di attività piacevoli
e rassicuranti chiuso in casa, abbia il terrore di andare in un ambiente sconosciuto con rumori ambientali nuovi (clacson, bus) altri cani sconosciuti e gatti. Sono tutte cose assolutamente nuove per lui e quindi è corretto in realtà abituarlo gradatamente sin da piccolino ad uscire di casa anche nel periodo in cui non ha terminato i vaccini...magari stando attenti a non portarlo in zone troppo frequentate da altri cani, oppure in braccio! Ma l'importante è che faccia esperienze positive che producano per lui un arricchimento del bagaglio culturale. Solo in questo modo potremo avere un cucciolo sereno in tutti gli ambienti.

Laura Leonardi

Educatore cinofilo riconosciuto CSEN-CONI e titolare del Centro Cinofilo Laura Dog Town.